VOGHERA 02/08/2017: Auto nella notte distrugge cassonetto. Era già successo in via Piacenza con grande rischio che qualcuno si facesse male (VIDEO). Ecco cosa si rischia se ci si distrae in auto

VOGHERA – Un botto e quel che è rimasto in strada è un cassonetto distrutto. E’ accaduto la notte scorsa in via Primo Maggio a Voghera. I residenti della strada hanno riferito di un boato intorno a mezzanotte.

Chi poco dopo è andato a vedere cosa era successo ha trovato un cassonetto spostato e distrutto. La mattina dopo lo scenario era quello che si vede nella foto. Nessuna traccia invece del responsabile.

Poche settimane fa una cosa simile era accaduta in via Piacenza. Quella volta è successo in pieno giorno, con il rischio che qualcuno si facesse male (VEDI VIDEO SOTTO).

Dell’accaduto c’è anche un video girato dal sistema di sorveglianza dell’officina che sorge a pochi metri dal cassonetto.

Le immagini quella volta avevano permesso alla polizia locale di risalire al responsabile.

LE CAUSE

Colpi di sonno, ubriachezza ma anche distrazione dovuta all’uso dei cellulari sono le principali cause di tanti incidenti stradali, o fatti simili a questo.

In tema di uso del cellulare, che sembra oramai provocare circa il 30% dei sinistri, di recente è stata avviata la revisione del codice della strada in chiave più restrittiva.

La Commissione Trasporti della Camera nell’abito del disegno di legge sulle modifiche all’articolo 173 del codice della strada inerente la distrazione alla guida e l’utilizzo di dispositivi elettronici, ha infatti proposto che venga subito sospesa la patente (fino a 3 mesi e fino a 6 in caso di recidiva) a chi viene colto a usare il telefonino mentre guida (proposte anche più aspre sanzioni pecuniarie e la decurtazione di punti sulla patente).

Al momento la sospensione della patente arriva solo in caso di “recidiva”, non quindi la prima volta che si viene fermati a usare in modo improprio il cellulare (cioè senza auricolari o senza viva voce). Per ora in base all’articolo 173 del codice della strada, chi trasgredisce, la prima volta, rischia una sanzione amministrativa che va dai 161 ai 647 euro (applicata anche se il guidatore è fermo allo stop o al semaforo). L a sospensione arriva se si viene ancora sorpresi al volante con il cellulare entro 2 anni dalla prima infrazione.

VIDEO

Commenti

Commenti via Facebook