VOGHERA 15/07/2017: Angelo D’Agostino e Gianna Muset vittime del terrorismo islamico ricordati per sempre con una targa nei giardini della via in cui vivevano (FOTO VIDEO). Questa mattina la cerimonia voluta dall’Amministrazione

VOGHERA – I giardini di fronte alla chiesa dei padri Barnabiti in via Garibaldi da oggi sono intitolati ad Angelo D’Agostino e a Gianna Muset, i coniugi vogheresi periti nel 2016 sulla Promenade des Anglais, a Nizza, per mano di un terrorista islamico.

La dedica ai due vogheresi è avvenuta al termine di una cerimonia che ha previsto la messa officiata dal vescovo monsignor Vittorio Viola e lo scoprimento di una targa sistemata nell’area verde.

Seduti nella prima fila dei banchi della chiesa, Eliano e Massimiliano D’Agostino, figli della coppia, le nuore Roberta Capelli e Alessia Agosti, i nipoti Francesca e Samuele.

Al loro fianco il sindaco Carlo Barbieri e l’assessore alla Cultura Marina Azzaretti, che, in accordo con i familiari, hanno fortemente voluto questo ricordo e stabilito che avvenisse a futura e indelebile memoria nella medesima via in cui i due coniugi abitavano.

Fra i partecipanti anche in Console Generale della Repubblica di Francia in Milano, Olivier Brochet, il presidente del consiglio comunale Nicola Affronti, l’assessore Giuseppe Carbone, il vice sindaco di Lungavilla Chiara Simona Proce. Tra le prime file anche le autorità militari e di pubblica sicurezza operanti in città.

Presenti fra gli altri il segretario del Pd Alessandra Bazardi e i consiglieri comunali Pier Ezio Ghezzi, Federico Taverna e Claudio Zuffi.

Dopo la cerimonia una piccola folla si è radunata nei giardini, dove i figli di Gianna Muset e Angelo D’Agostino hanno scoperto targa dedicata ai loro genitori. A seguire la benedizione del vescovo e un breve saluto del sindaco.

Commenti

Commenti via Facebook