SEREGNO 17/2/2016: Coppa Italia: OltrepoVoghera di misura a Seregno. Decide Cleur. Rossoneri ai quarti

Seregno (MB) _ OltrepoVoghera ai quarti di finale di Coppa Italia, Seregno eliminato. Prima notizia. Decide un gol del giovane australiano Cleur a 6’ dalla fine, al termine di un’azione tutta palla a terra con sfera giocata da Dolcetti, quindi toccata da Artaria e sulla quale Cleur ha controllato e dentro l’area di rigore, all’altezza del dischetto, ha calciato con il destro nell’angolo alla sinistra di Acerbis. Seconda notizia.

Ambiente euforico negli spogliatoi e sul piazzale del Ferruccio di Seregno, con la dirigenza rossonera schierata al gran completo e guidata dall’inossidabile presidente Lino Gaffeo. E con la presenza anche dello storico capitano dei rossoneri, Andrea Balestra, oggi giocatore del Varzi, ma sino a dicembre allenatore in seconda dell’OltrepoVoghera che non scorderà mai. Terza notizia.

L’OltrepoVoghera, nei quarti di finale di Coppa Italia affronterà giovedì 31 marzo 2016 il Chieri, avversario già in campionato, che ha superato il RapalloBogliasco (avversario invece di domenica prossima dei rossoneri in campionato) ai calci di rigore. Quarta notizia.

La partita. Giocata non con grandissimo ritmo dalle due squadre. Seregno che fa possesso palla in orizzontale e che poi sventaglia in avanti scavalcando il proprio centrocampo. OltrepoVoghera che insiste invece ad uscire dalla propria area di rigore palla a terra andando sino in area avversaria sempre a palla terra. Il terreno di gioco, un po’ solo allentato dalla pioggia, ha permesso anche tutto questo, perché il tappeto d’erba è risultato essere ottimo.

E gol decisivo al 39’ della ripresa nato proprio da un’azione giocata palla a terra. Invenzione di Dolcetti appena fuori dai sedici metri per Arteria che con la coda dell’occhio vede Cleur meglio piazzato di lui. Lo serve. Il giovane centrocampista d’attacco di origini australiane, si aggiusta la palla e in mezzo a qualche difensore, sull’uscita del portiere Acerbis, piazza un rasoterra alla sua sinistra, spiazzandone qualsiasi tipo di eventuale intervento. Il gol che ha deciso il passaggio del turno è stato così. Bello, ben costruito, frutto di un modo di giocare davvero interessante. Con gli interessi l’OltrepoVoghera si è ripreso in tre giorni quello che aveva invece lasciato al Parisi contro la Novese. Una bella reazione, condita da una vittoria importante, che dà la scintilla per affrontare la quinta gara in 15 giorni, quella di domenica prossima al Macera di Rapallo contro la squadra più in forma del campionato che nel 2016 ha vinto sei partite e pareggiate due. Una specie di rullo compressore in forte ascesa. Ma sarà come sempre tutta un’altra storia.

Il Seregno non ha spinto moltissimo, ma anche perché ha trovato un certo sbarramento. Ha però colpito un palo esterno con Gasparri e ha reclamato un rigore per un intervento in scivolata di Di Leo che secondo gli azzurri di casa avrebbe incrociato con il braccio il cross di Lacchini. E sul quale l’arbitro non ha però avuto nessuna esitazione a far proseguire l’azione. Poi, al 39’, la perla di Cleur. Che vale i quarti di finale.

 

*************************

CRONACA PRIMO TEMPO _ L’infermeria in casa OltrepoVoghera torna a riempirsi. Oltre ai già infortunati Bruni (operazione ai legamenti del ginocchio in vista e stagione finita) e Dragoni (lesione muscolare che lo terrà lontano dai campi ancora per qualche settimana), si sono aggiunti Lanzalaco (anche per lui lesione muscolare e fermo almeno per una quindicina di giorni) e Poesio (affaticamento muscolare).
Mister Dossena prova a rilanciare in difesa l’esterno Bernazzani (fermo anche lui da qualche settimana per una lesione muscolare) che ha ripreso ad allenarsi in gruppo da una decina di giorni. Partirà esterno sinistro nella difesa a quattro, così composta davanti a Cizza: Iraci esterno destro, Di Placido e Di Leo centrali. A centrocampo, rispetto al match con la Novese dove era squalificato, torna Buglio sulla linea di Alvitrez. Poco più avanti Coccu esterno destro offensivo, Arteria dietro alla punta Marijanovic e a sinistra confermato Cleur come con la Novese.

In Coppa Italia l’OltrepoVoghera è arrivato agli ottavi di finale superando ai calci di rigore Inveruno (2-2 al 90’, 5-6 dopo il dischetto), Lecco (2-2 al 90’, 3-5 dopo i rigori) e Pergolettese (0-0 al 90’, 6-5 dal dischetto).

Il Seregno è una delle migliori formazioni del girone B della serie D. Squadra affidata a mister Cotroneo, in passato allenatore del Voghera. Terza in campionato con 52 punti a -3 dal Lecco secondo (e domenica proprio al Ferruccio di Seregno ci sarà lo scontro diretto), il Seregno (che in Coppa Italia ha avuto la meglio contro Monza, Caronnese e Piacenza) in campionato in casa ha ottenuto 23 punti (contro i 29 presi in trasferta) segnando 29 reti (19 in trasferta) e subendone 19 (9).

Calcio d’avvio battuto dal Seregno in completa tenuta bianca e con il confermato modulo del 4-3-3. OltrepoVoghera nella tradizionale casacca rossonera e con il collaudato 4-2-3-1.

3’

Incursione di Coccu in area di rigore brianzola, conclusione con il sinistro bassa e non forte, para senza problemi Acerbis.

12’

Bella combinazione Buglio-Marijanovic-Coccu, con quest’ultimo che entra in area sulla destra e con un tiro-cross cerca l’angolo già lontano, palla che termina sul fondo. Buona comunque azione dei rossoneri.

14’

E’ il Seregno a fare maggiormente la partita con un giro palla in orizzontale che tiene l’OltrepoVoghera maggiormente nella propria metà campo. OltrepoVoghera che qualche incursione a destra l’ha comunque creata.

18’
Da dentro l’area bella intuizione e giocata di Marijanovic che mette la palla a terra e serve a rimorchio Buglio, gran destro indirizzato in porta, si contrappone un difensore in scivolata a bloccare la traiettoria.

26’

Contropiede del Seregno. Cross dalla destra di Bosio, Bernazzani in mezzo all’area chiude provvidenzialmente in calcio d’angolo.

31’

Contropiede dell’OltrepoVoghera impostato da Cleur, apertura a destra per Iraci che va al cross, fermato in presa da Acerbis in uscita.

33’

Ci prova Gori dalla distanza, para a terra Cizza in presa bassa.

39’

Lucchini in piena area non impatta in corsa (anche per l’intervento di Iraci in veloce copertura) un cross di Baschirotto che soffia la palla a Bernazzani sulla riga dell’out vicino alla bandierina del calcio d’angolo alla sinistra della visuale di Cizza.

43’

Costretto al cambio il Seregno: si infortuna Mauri (problema muscolare per lui), entra Fabiani. Il nuovo entrato agisce da esterno basso difensivo a destra, mentre a sinistra viene dirottato Baschirotto.

45’

Un minuto di recupero.

46’

Cocco entra in area, salta due avversari, poi “scava” quasi da terra un pallone che attraversa l’area piccola di porta e si spegne dalla parte opposta.

****************************

CRONACA SECONDO TEMPO _ Ripartiti. Nessun cambio, anche se il Seregno aveva già rimpiazzato a fine primo tempo l’infortunato Mauri.

13’

Palo di Gasparri che carica il destro dalla distanza e cerca di sorprende Cizza che si era disteso in tuffo intuendo la pericolosa traiettoria.

16’

Cambia anche l’OltrepoVoghera: fuori una punta (Marijanovic) e dentro un centrocampista (Dolcetti). Dolcetti si piazza nel vertice alto del centrocampo, con Artaria che va a fare la prima punta.

22’

Contropiede di Cleur, poi palla in area a Bernazzani che prova con il destro a giro, palla che esce sul fondo.

23’

Dentro Tomat e fuori Bernazzani: non cambia nulla a livello di modulo e di schieramento in  campo nell’OltrepoVoghera.

29’

Cross di Lillo in area, da solo salta Merli Sala, colpo di testa tra le braccia di Cizza proteso in uscita.

36’

Lillo piazza in area un pallone per Lacchini che crossa in corsa, da terra in scivolata fa da scudo Di Leo, i giocatori del Seregno reclamano un fallo di mano (braccio) e di conseguenza il calcio di rigore.

38’

Da dentro l’area, Marchini con il destro prova il tiro, palla però sul fondo.

39’
OltrepoVoghera in vantaggio. Gran palla di Dolcetti rasoterra in area per Artaria che innesca Cleur il quale avanza, aggiusta la mira e con il destro (appena prima della linea del dischetto del rigore) spiazza Acerbis sulla sua sinistra.

45’

Concessi 4’ di recupero. L’OltrepoVoghera cerca di gestire il pallone sino alla fine. E ci riesce. Passa ancora il turno di Coppa Italia l’OltrepoVoghera che questa volta avanza senza i calci di rigore. Giovedì 31 marzo nei quarti di finale affronterà il Chieri (che invece ai calci di rigore) ha avuto la meglio nei confronti del RapalloBogliasco, avversario di domenica prossima dei rossoneri in campionato.

****************************

************
TABELLINO
************
SEREGNO – OLTREPOVOGHERA / 0-1 (primo tempo, 0-0)
RETI: 39’ st Cleur (OV).

SEREGNO (4-3-3): Acerbis; Baschirotto, Merli Sala, Viganò, Mauri (43’ pt Fabiani); Marchini, Gori (41’ st Capogna)), Lacchini; Gasparri, Bosio, Iori (14’ st Lillo). A disp.: Bardaro, Venturi, Romeo, Szekely, Testori, Vitale All.: Cotroneo.
OLTREPOVOGHERA (4-2-3-1): Cizza; Iraci, Di Leo, Di Placido, Bernazzani (22’ st Tomat); Buglio, Alvitrez; Coccu, Artaria (42’ sav Tonon), Cleur; Marijanovic (16’ st Dolcetti). A disp.: Macario, Monopoli, Poesio, Sabau, Doria. All.: Dossena

ARBITRO: Madonia di Palermo (assistenti Berti di Prato e Biccheri di Gubbio).
RECUPERI: 1′ pt; 4′ st.
ESPULSI: nessuno.
AMMONITI: 45’ pt Iori (S), 17’ st Buglio (OV), 19’ st Gori (S).

ANGOLI: 4 (S); 1 (OV).
NOTE: giornata piovosa, terreno di gioco leggermente allentato ma comunque in buone condizioni di tenuta. Spettatori 200 circa, con rappresentanza rossonera.

Commenti

Commenti via Facebook